Rigenera la pelle con il laser Fraxel Restore Dual • IMAGE Regenerative Clinic
Dott.ssa Giulia Beltrami Istituto Image Milano

Doppia lunghezza d’onda per una pelle giovane, senza rughe e senza macchie

Sta per avvicinarsi la fine dell’anno ed è tempo di bilanci e buoni propositi per il futuro. E allora quale miglior proposito, se non una pelle ristrutturata, rigenerata e dall’aspetto più giovane? Affronta l’anno nuovo nel migliore dei modi con un trattamento altamente tecnologico ed efficace come il Laser Fraxel Restore Dual. L’innovativo Laser Fraxel Dual ha la possibilità di utilizzare, a seconda della problematica dermatologica della paziente, due distinte lunghezze d’onda: il laser a1550 nm Erbium fiber e il laser a1927 nm Thulium fiber, complessate in un unico sistema che consente di operare contemporaneamente sia a livello profondo, agendo sulla ristrutturazione del derma, che a livello superficiale operando sugli inestetismi dell’epidermide (discromie, cheratosi attiniche).

Ideale per viso, collo décolleté e mani

Ecco perché il trattamento con il Laser Fraxel Dual è ideale per la paziente che vuole una rigenerazione cutanea che aiuti a riparare i danni del crono e foto-invecchiamento di diverse parti del corpo. In particolare, il trattamento con laser frazionato, è adatto per ringiovanire la pelle di viso, collo, décolleté, mani e completare e/o consolidare il risultato di altri trattamenti effettuati in queste zone come peeling, fillers, rivitalizzazione o interventi chirurgici come lifting, blefaroplastica, Lipogems et cetera. Inoltre, si rivela particolarmente utile nell’eliminazione/attenuazione di esiti cicatriziali post acneici, nel migliorare la texture cutanea e la riduzione dei pori dilatati.

Come funziona il trattamento con laser Fraxel Dual

Dopo un’accurata anamnesi e analisi della pelle della paziente, il medico potrà decidere quale delle due lunghezze d’onda del laser Fraxel utilizzare o in alcuni casi combinarle per una maggior stimolazione cutanea. Prima del trattamento viene applicata una crema anestetica per diminuire il discomfort della paziente nel momento dell’emissione laser sull’area da trattare. Una volta terminata la seduta, si può avvertire una leggera sensazione di bruciore, simile ad una scottatura solare, che può durare circa un paio d’ore per poi regredire. A partire dalle 24 ore successive al trattamento, infatti, si instaura il rimodellamento della pelle con aumento della forza tensile (effetto tightening) e l’avvio di una fase proliferativa in cui vengono prodotte nuove fibre collagene.

Effetti e indicazioni post-trattamento

A differenza dei laser ablativi per il resurfacing, l’azione del laser Fraxel produce una forte stimolazione a fronte di modeste sequele post-trattamento (eritema, discreto edema) che si completano nell’arco di pochi giorni. È di fondamentale importanza seguire attentamente le prescrizioni e indicazioni del medico, soprattutto in questa delicata fase di guarigione della cute per evitare spiacevoli effetti secondari non desiderati. Nel periodo seguente al trattamento, infatti, occorre applicare una protezione solare con schermo ad elevato fattore di protezione (+50) almeno due volte al giorno e un’abbondante idratazione. Dopo la guarigione iniziale, la texture della pelle risulterà immediatamente più compatta e luminosa, assumendo un aspetto più uniforme. I cambiamenti fenotipici instauratisi a seguito del trattamento, potranno essere apprezzati nel corso dei 3-6 mesi successivi e saranno direttamente proporzionali al numero di trattamenti eseguiti. Studi clinici effettuati, indicano un numero minimo di 3-4 trattamenti ogni 15-30 giorni in base alla patologia da affrontare.