Vogue - Pulizia del viso con idro-dermo-abrasione o metodo ayurvedico • IMAGE Regenerative Clinic
Pulizia del viso con idro dermo abrasione o metodo ayurvedico Vogue.it

Su vogue.it si parla di Istituto Image e Hydrafacial, il trattamento più avanzato per la pulizia del viso, in grado di detergere e idratare la cute in modo delicato.  Un rituale di bellezza unico e rilassante. A Milano in esclusiva da Image.

Gesto fondamentale nella beauty routine. Due proposte in istituto

Si parla tanto di soin rigeneranti, anti-età e dall’azione lifting, ma spesso ci si dimentica che sono tutti inutili se prima non si passa da uno step fondamentale dello skincare: la pulizia del viso. Ebbene sì, questo trattamento sembra quasi passato di moda, in realtà è indispensabile prima di qualsiasi trattamento. Anche perché, tra tutti, è uno di quelli che negli ultimi anni si è più perfezionato. Addio fastidiose spremituresostituite da macchinari hi-tech 3.0.

Pulizia del viso con Hydrafacial MD

Uno di questi è Hydrafacial MD – disponibile presso Istituto Image di Milano – un apparecchio speciale che esegue una dermoabrasione molto delicata, adatta anche alle pelli più sensibili. Pare che sia uno dei best kept secret di Kate Winslet e di Beyoncé prima di ogni red carpet. Si tratta di una idro-dermoabrasione che purifica la cute in profondità stimolando la formazione di fibre elastiche. In altre parole, la tecnologia combina azioni di pulizia, di esfoliazione, d’idratazione e di protezione antiossidante. Si utilizza un pennino speciale (con punte diverse) attraverso tre step: il primo, in cui si applicano l’acido salicilico per rimuovere le cellule morte e una soluzione purificante a base di alghe disidratate dall’effetto detox; nel secondo si insiste maggiormente sulla zona T, dove si accumula il sebo; nel terzo, infine, si veicolano sostanze idratanti e anti-aging (acido ialuronico, vitamina A, estratti di ippocastano), un siero ricco di peptidi e si sfrutta la luce Led per stimolare la rigenerazione cellulare.

L’articolo originale su vogue.it